venerdì 20 gennaio 2012

8 Siamo di passaggio, su questo mondo...


Ieri stavo riflettendo sul destino di questa pagina "web". Tutti noi nella vita abbiamo svariate passioni. Talune vanno e vengono. Altre sono decisamente persistenti e durature, soprattutto se non sono caratterizzate da ritmi ossessivi e, diversamente, sono accuratamente cadenzate da un moto che dipende esclusivamente dalla volontarietà di chi le pratica...

Se a questo dato di fatto aggiungiamo la passione per la scrittura creativa e la necessità di sfogarsi e/o di esternare al mondo passioni e scoperte straordinarie, il cerchio si chiude. :)

 In tal senso, "Concetto Piramidale", preso in piccole dosi, può senz'altro connotarsi come un medicinale salvavita in grado di accompagnarci per molto, molto tempo, a Dio piacendo...

"Approvo!!!".

Vi siete spaventati, eh? Pensavate ad un funereo "post" di addio, vero?! No, no... Tranquilli. Conto di star qui a tediarvi ed a sfracellarvi gli ammennicoli ancora per un bel pezzo! :D

Più che altro, ieri (per motivi a me ignoti...) sono entrato in un "mood" di paranoie "in loop che levati", nei riguardi del "blog"... :D Ho iniziato a pensare a cose tipo: «E se arriva un "hacker" che mi ruba l'"account" di "Google", mi estromette e cancella tutto il mio sudato lavoro?». «E se, navigando su Internet, mi imbattessi in un "form" che replica fedelmente la pagina d'accesso di un "generic nuovo servizio strafigo di Google", ed io lo compilassi cascando in un "phishing" d'antologia con tutte le scarpe???».

Certo, col senno di poi mi sono messo il cuore relativamente in pace, anche perchè è decisamente risaputo che il mondo è letteralmente pieno di "hackers" interessati a rubare gli "accounts" dei "blogs" verdi e misconosciuti o gli indirizzi di posta elettronica insignificanti (che i conti bancari oramai non se li smazza più nessuno, da quando mezza Europa è stata declassata, vero? :P ).

"Ah, ah, ah!!! Adesso ti leggo tutta la posta!".

Più che altro, complice l'attuale clima da «W la "SOPA", W la "PIPA"!!!», magari ho sviluppato inconsapevolmente qualche forma di ansia latente recentemente sfociata in paranoia, ossessione e mania di persecuzione...

Niente che non si possa risolvere con una buona dose di "Prozac", comunque... ;)

Mi sento scosso. Agitato-oh. Agitato-oh...

Perchè, diciamocelo... In questi ultimi giorni i sonni di parecchi "bloggers" sono stati turbati dalle vicissitudini del governo Americano, impegnato a combattere una battaglia un po' sconclusionata contro l'anarchia della rete; battaglia che ha portato svariati siti Internet ad oscurarsi volontariamente a causa della possibile approvazione di "leggi bavaglio" inerenti il "web"... Che ci volete fare?! Ad intervalli regolari qualcuno salta fuori con questa storia dei "copyrights", dei diritti d'immagine violati, del reimpiego non autorizzato di materiali terzi, bla, bla... Ormai ci abbiamo fatto il callo...

...Solo che se si mette di traverso l'"FBI", tecnicamente sono "volatili per diabetici" un po' per tutti...

Che l'"FBI" mica è come Vasco Rossi...

L'"FBI" non guarda in faccia nessuno e se gli stai sui maroni ti tira giù senza "se", senza "ma" e senza nemmeno ritirare le ventimila £ire del transito sulla casella "VIA!". :)

"MegaUpload" ne sa decisamente qualcosa...

"'Mbè?! Sai chissene...", si dice in giro... «Non scaricheremo più i programmi condivisi più o meno legalmente sul suddetto sito e rinuncremo con un po' di rammarico allo "streaming" di "MegaVideo"... Ce ne faremo una ragione. In fondo, decine e decine di servizi analoghi sono ancora vivi e vegeti ed in fin dei conti esistono anche altri canali attraverso i quali il "file sharing" rimane ancora praticabile. Non muore senz'altro nessuno...».

Ed invece no, dico io!

Conoscete Alberto ("Albero" :P ) "Bert" Fin, signori? Gli ho postato un messaggio personale sulla bacheca di "FaceBook" qualche ora fa, giusto per sentire come stava e come l'aveva presa, tutta questa storia...

Che dire? Ad occhio direi che l'ha presa molto bene...

Cioè, facciamo che ci capiamo. "Bert" gestiva (ed usiamo il passato come forma scaramantica...) "Lost Games Blog"; un sito italiano che era senz'altro il principale punto di riferimento di ogni "retrogamers" che si rispetti. Puntuale nelle sue recensioni, decisamente enciclopedico per quello che concerneva la quantità di sistemi coperti... Una pagina "web" curata e molto ben gestita, in buona sostanza. In tutto questo oliatissimo meccanismo, un solo, unico, piccolo neo: "LGB" linkava i "files immagine" degli "abandonwares" che recensiva in prevalenza sull'attualmente oscurato "MegaUpload"... Morale: allo stato attuale, il 90% delle recensioni di "Lost Games Blog" risultano mutilate in quanto i programmi fino a ieri disponibili in condivisione non sono più raggiungibili...

"Eh, vabbè... Ma si sa che se ti muovi sul limite della legalità, corri sempre dei rischi!!!", sento bisbigliare malignamente tra la folla...

Certo, una critica del genere è indubbiamente sollevabile e senz'altro vale un po' per tutti noi, amanti del retrò...ma sinceramente, nella fattispecie, un'affermazione del genere mi pare veramente sollevata "a capocchia", lasciatemelo dire... Magari sono fatto male io, ma il buon senso mi suggerisce che mai e poi mai qualcuno si sarebbe rivolto a "Bert", chiedendogli i danni per i presupposti diritti violati dal suo sito... Ve lo immaginate, chessò, Peter Molyneux che si fa vivo su "Lost Games Blog" per rivendicare la proprietà intellettuale di "Syndicate" a distanza di quasi 20 (VENTI!!!) anni dal suo lancio ufficiale? Oppure John Romero che viene a sindacare sul "copyright" di "Wolfenstein 3D" (1992)?

Doppio "FacePalm", carpiato con avvitamento...

Davvero, gli americani sintetizzano efficacemente queste eventualità con: "BULLSHIT!" e, sinceramente, mi pare proprio il caso di dirlo...

Cioè, per capirci... Da una parte abbiamo una persona che investe il suo tempo libero nella redazione di un "blog": ci mette il cuore, l'anima e non fa male ne reca danno a nessuno (perchè si occupa di programmi e videogiochi talmente vecchi da non avere praticamente un mercato, se non quello dell'usato...). Dall'altra abbiamo enti governativi e "majors" che agiscono indiscriminatamente attraverso degli atti di forza che, nell'intenzione di chi li mette in atto, dovrebbero colpire dei malfattori disonesti ma che, diversamente, all'atto pratico finiscono per coinvolgere anche chi con l'illegalità c'entra come i cavoli a merenda...

Perchè, come al solito, non è "MegaUpload" (o chi per lui...) ad essere un servizio illegale... Il suo utilizzo è lecito. L'abuso è sconsiderato!

Ad ogni modo, le chiacchiere stanno a zero. Il buon "Bert" si ritrova col sito menomato ed il morale a terra.

Ciò non è affatto bello, anche perchè è una cosa che per un motivo o per l'altro potrebbe capitare a tutti noi.

Solidarietà da parte di "Concetto Piramidale", per quello che vale... :(

Cos'è questo QRCode?
Come l'hai realizzato?


8 commenti:

Bert ha detto...

Beh... devo dire che è stato un bel calcio nelle palle, ma dopo aver saltellato per mezz'ora ed averle deglutite, posso dire che se non altro il grosso del Blog, la parte storica: quella vecchia di anni, è ancora qui, sebbene gli articoli più recenti, almeno quelli con i file più pesanti, non siano per il momento disponibili. Pian piano cercherò di rimetterlo in piedi, sarà un lavoraccio comunque. Grazie, ad ogni modo, per il supporto psicologico. ^^

Marte ha detto...

Figurati, quello è il minimo.

Più che altro secca avere la consapevolezza che da un momento all'altro, di punto in bianco, se qualcuno si sveglia storto, ti ritrovi per le mani un pugno di mosche...e non è bello.

Speriamo solo che la reazione degli "Anonimi" sia servita a far comprendere l'inutilità di queste operazioni e che in futuro non si ripetano altri eventi del genere.

Più che altro, non vorrei essere costretto a vederti traslocare ogni 15 giorni... ;) :P

valerio ha detto...

non credo proprio che conti a qualcosa di buono, avessero chiuso uno del tipo scambioetico per violazione del copyright anche anche, ma qui si parla di riciclaggio e associazione a delinquere, in pratica da come la vedo io gli anonimi questa volta hanno detto "siamo contro ogni restrizione che sia togliere il diritto alla liberà su internet o eliminare le "mafie" da esso, basta che ci faccia comodo"

Marte ha detto...

Guarda, che "MegaUpload/Megavideo" in se e per se non facesse controllo sui contenuti ed incentivasse l'upload renumerando chi hostava materiali ad alta diffusione, non ci piove...

Per il resto, il concetto di "hosting4share" non è e non deve essere visto come illegale a prescindere.

Dipende sempre da cosa ci mette su la gente...

Del resto, l'"FBI" dovrebbe chiudere anche "Youtube", a 'sto punto... ;) :P

valerio ha detto...

no è il concetto è che per uppare un file illegale il 90% delle volte dovevi pagare e compagnia cantante.
il controllo sul copyright era solo su segnalazione del detentore.

premettendo che lo uso come visionatore youtube non fa pagare per hostare i video, teoricamente non permette l'upload di file protetti e non si possono uppare interi film

Marte ha detto...

"Youtube" non ti fa pagare per hostare i video, vero, ma per contro paga chi ha uppato video virali ad altissima diffusione, incentivando da un certo punto di vista l'upload di materiali che potenzialmente producano un grande "feedback" (che è la stessa identica accusa sollevata nei riguardi di "Megavideo", per dire... :P ).

Per il resto, anche su "Youtube" i video vengono cancellati solo su richiesta del detentore dei diritti, ad occhio e croce (almeno a giudicare dai messaggi che compaiono quando ci si imbatte in un video che è stato rimosso).

Per quel che riguarda il materiale protetto da "copyright", i millemila video musicali hostati su "YT" non penso siano poi tanto leciti... ;) :P

Minkia Mouse ha detto...

Cavolo, lost game blog, il blog che mi ha fatto conoscere quel capolavoro di Ether Vapor...

Solidarietà, per quel che può servire!

Cmq il problema di megaupload non era tanto la questione dei copyright infranti, quanto le accuse di riciclaggio ed estorsione, un po' come se venisse chiuso un autolavaggio che usa soldi provenienti dallo spaccio di droga: non stai a vedere chi lo usa legalmente, è l'intera baracca ad essere bloccata...

(questa citazione è per Bert e per chiunque l'abbia capita)

Marte ha detto...

Che poi, tra l'altro, decine di altri servizi simili stanno tirando i remi in barca e cambiando in corsa per salvarsi in qualche modo e più passa il tempo e più sembra che il cerchio si vada stringendo in maniera preoccupante attorno a siti come "LGB", che non sanno più che pesci pigliare per continuare ad esistere...

Incrociamo tutto quello che possiamo incrociare!

Ritorna in alto! Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...